L’intervista a Valerio Ceva Grimaldi, autore della Guida su Napoli insieme a Maria Franchini

Edizioni Jonglez, la casa editrice nata dalla volontà dell’imprenditore e viaggiatore francese Thomas Jonglez, esplora il mondo attraverso gli occhi e le parole degli abitanti delle città. Tra le diverse proposte spiccano le “Guide Insolite”, pubblicate in 9 lingue e vendute in 35 paesi.

Le “Guide Insolite e Segrete” svelano luoghi inaspettati delle città.
Dedicate ai viaggiatori più curiosi e agli abitanti stessi, consentono di scovare posti inediti, non citati dalle altre guide. Abbandonando i percorsi più battuti dal turismo di massa, sarà possibile scoprire l’altro volto delle città, quello meno conosciuto, che sfugge ad uno sguardo distratto o frettoloso e che, per questo, risulta inaspettato e sorprendente.

Valerio Ceva Grimaldi è il Responsabile di Jonglez Italia nonché uno degli autori della Guida su Napoli, insieme a Maria Franchini. “Napoli Insolita e Segreta” ha ispirato la redazione di “Ulisse, il piacere della scoperta”: per questo il programma, condotto da Alberto Angela, ha realizzato una puntata su “I mille segreti di Napoli” – andata in onda nel 2016 e nel 2019 – che ha splendidamente mostrato una trentina di luoghi inclusi nella guida stessa.
Valerio ci ha raccontato qualcosa in più sul progetto e sul canale “Luoghi Insoliti e Segreti”, ora online su Loquis.

“Edizioni Jonglez” con le sue Guide, pubblicate in 9 lingue e vendute in 35 paesi, ha vinto molti premi, nazionali e internazionali. Su Loquis abbiamo il piacere di raccontare alcuni dei Luoghi Insoliti tratti dalle Guide Segrete, scritte dagli abitanti per gli abitanti e i viaggiatori curiosi. Napoli, Venezia, Bergamo, Bologna, Milano sono le prime città che esploriamo nei loro angoli nascosti. Valerio Ceva Grimaldi, come Responsabile di Jonglez Italia, quali segreti del vostro mestiere potete svelarci e cosa significa collaborare con Thomas Jonglez?

Le nostre guide – disponibili in tutte le librerie e sugli stores online – svelano luoghi che non sono presenti nelle altre guide “generaliste”, perché noi andiamo alla scoperta di quei luoghi (cortili, chiese, palazzi nobiliari, collezioni private, percorsi nel sottosuolo, antichi chiostri, etc) che spesso sono sconosciuti anche agli stessi abitanti. Spesso a pochi metri da casa, o dall’ufficio, si cela una chiesa con un’affascinante particolarità (una tela semovente, una scultura che ha fatto sorgere una leggenda, una volta affrescata che nasconde un retroscena storico sconosciuto ai più), oppure un piccolo museo che non abbiamo mai notato, finanche una porta che abbiamo visto sempre chiusa e che invece, avendo le informazioni giuste, può aprirsi e condurci in un luogo inaspettato e sorprendente. Per realizzare le nostre guide ci rivolgiamo ad autori che sono sempre anche abitanti della città di cui intendiamo sviluppare la guida, così da poter scoprire in profondità il territorio e svelarne i segreti più nascosti. Thomas, un editore-esploratore del mondo, trasmette a tutti noi la grande passione per questo lavoro e ci spinge ad essere sempre enormemente curiosi, a sollecitare la ricerca di nuovi luoghi da poter inserire nelle guide e nei loro aggiornamenti, curando nei minimi dettagli anche il lato fotografico e delle modalità di contatto dei singoli siti. Nelle nostre guide illustriamo anche particolarità sconosciute di luoghi noti, od anche dettagli architettonici o artistici che abbiamo davanti agli occhi ma che sfuggono ad uno sguardo veloce, indaffarato, distratto dalle tante cose da fare nella quotidianità. Chi ha mai notato, per esempio, che le finestre dell’ultimo piano di un edificio di una centralissima via di Napoli sono “finte”, oppure che a Milano, da una finestrina di una importante via del centro, un grazioso gatto nero di lamiera in ferro ci ‘spia’? Le nostre città sono dei veri e propri scrigni. Magari crediamo di conoscerle bene, e invece…

Valerio, insieme a Maria Franchini, hai scritto Napoli Insolita e Segreta, di cui abbiamo uno splendido assaggio nel canale Luoghi Insoliti e Segreti. Sappiamo che persino Alberto Angela è rimasto affascinato da questa guida. Vuoi raccontarci cosa è successo?

La guida su Napoli svela oltre 200 luoghi, particolarità, dettagli, storie, primati poco noti della città. Il libro ha ispirato la redazione di “Ulisse, il piacere della scoperta”, il programma condotto da Alberto Angela, che ha così realizzato una puntata su “I mille segreti di Napoli” andata in onda nel 2016 e nel 2019 che ha splendidamente mostrato una trentina di luoghi inclusi nella guida “Napoli insolita e segreta”. Per me è stato un onore condurre Alberto Angela, insieme a tutta la sua squadra, in luoghi segreti della città che nemmeno lui conosceva, siti che sono stati poi ‘svelati’ in questa puntata dedicata alle meraviglie nascoste di Napoli (che è possibile rivedere su RaiPlay).

I luoghi che voi proponete sono spesso lontani dal turismo di massa; in questa estate così particolare diventa ancora più importante far scoprire angoli meno battuti e stimolare gli abitanti, e visitatori, ad esploratore le città da veri viaggiatori curiosi, sei d’accordo?

Certamente. Spesso in passato abbiamo ‘divinizzato’ l’estero, ma intanto a pochi passi da noi c’è da scoprire una biblioteca con pezzi unici al mondo, oppure il più grande analemma d’Italia, od anche dei meravigliosi orti-giardini o dei piccoli teatri antichi o, ancora, delle magnifiche Regge poco “pubblicizzate”. Conoscere meglio il proprio territorio, esplorare le nostre regioni (a breve uscirà la nuova guida “Veneto Insolita e Segreta”), diventare “turisti della propria città”, a mio parere, aiuta anche noi tutti ad essere più orgogliosi del luogo in cui viviamo, e a prendercene più cura. 

Il podcast consente di offrire ai vostri lettori un’ulteriore esperienza di viaggio. Cosa ti incuriosisce di più di questa modalità di narrazione? E quali sviluppi prevedi?

Trovo che il podcast sia uno strumento estremamente interessante ed evoluto per sollecitare la curiosità di ciascuno di noi: fornisce contenuti di qualità ed è prezioso per suggerirci esperienze che arricchiscono la nostra vita di ogni giorno. Viaggiare vuol dire conoscere, meravigliarsi, arricchirsi. ma, per farlo, non è necessario macinare troppi chilometri. Anzi. Molto più spesso di quanto immaginiamo le sorprese più inaspettate sono nascoste proprio a pochi metri da noi.
Quanto agli sviluppi, le tecnologie digitali sono in continua evoluzione. Magari domani gli smartphone saranno in grado di proiettarci immagini con un’anteprima tridimensionale di ciascun luogo descritto nel podcast. Ma una cosa le tecnologie non riusciranno mai a farla: trasmettere l’emozione fortissima che proviamo quando scopriamo un luogo mai visto prima, inaspettato, che era proprio lì, nella strada che frequentiamo ogni giorno ma di cui ignoravamo completamente l’esistenza. E’ ora di mettersi in marcia per scoprire il volto nascosto delle nostre città.

Puoi ascoltare il canale “Luoghi Insoliti e Segreti” cliccando QUI